Скачать презентацию IL PROJECT MANAGING IN GRANDI COSTRUZIONI CIVILI Ing Скачать презентацию IL PROJECT MANAGING IN GRANDI COSTRUZIONI CIVILI Ing

291cbf2af2559404335150f0c53470d9.ppt

  • Количество слайдов: 48

IL PROJECT MANAGING IN GRANDI COSTRUZIONI CIVILI Ing. ARTURO AGOLZER – Senior Project Manager IL PROJECT MANAGING IN GRANDI COSTRUZIONI CIVILI Ing. ARTURO AGOLZER – Senior Project Manager Massimo Colombari, Ph. D engineer PERMASTEELISA GROUP

Involucri architettonici Parlamento di Strasburgo South bridge - London Delft Library Bank of China Involucri architettonici Parlamento di Strasburgo South bridge - London Delft Library Bank of China - Hong Kong Ink Bank Praga

Attività di Permasteelisa Ricerca e sviluppo Produzione Installazione Attività di Permasteelisa Ricerca e sviluppo Produzione Installazione

GLOBAL PRESENCE PERMASTEELISA GROUP GLOBAL PRESENCE PERMASTEELISA GROUP

ORDERS ACQUIRED BY GEOGRAPHIC AREA PERMASTEELISA GROUP ORDERS ACQUIRED BY GEOGRAPHIC AREA PERMASTEELISA GROUP

TURNOVER BY PRODUCTS PERMASTEELISA GROUP TURNOVER BY PRODUCTS PERMASTEELISA GROUP

ORGANIZATION Employees per Area Employees per Category PERMASTEELISA GROUP ORGANIZATION Employees per Area Employees per Category PERMASTEELISA GROUP

PROGETTI Bangkok Airport Bangkok - Thailand Jin Mao Tower Shangai - P. R. of PROGETTI Bangkok Airport Bangkok - Thailand Jin Mao Tower Shangai - P. R. of China PERMASTEELISA GROUP

PROGETTI Hearst Tower New York - U. S. A. Wembley stadium London, UK PERMASTEELISA PROGETTI Hearst Tower New York - U. S. A. Wembley stadium London, UK PERMASTEELISA GROUP

MISSIONE DEL PJM 1) Onorare un contratto ottenendo il più alto profitto possibile 2) MISSIONE DEL PJM 1) Onorare un contratto ottenendo il più alto profitto possibile 2) Sviluppare il punto 1) tenendo presente che l’azienda deve aver continuità, quindi: • mantenendo buoni rapporti commerciali con il cliente • mantenendo buoni rapporti tecnici con l’architetto • facendo crescere l’Azienda sia tecnicamente che organizzativamente

ATTIVITA’ DEL PJM l GUIDARE E COORDINARE TUTTE LE FUNZIONI AZIENDALI PER L’OTTENIMENTO DELL’OBIETTIVO/MISSIONE ATTIVITA’ DEL PJM l GUIDARE E COORDINARE TUTTE LE FUNZIONI AZIENDALI PER L’OTTENIMENTO DELL’OBIETTIVO/MISSIONE l FUNGERE DA INTERFACCIA PRINCIPALE CON IL CLIENTE l PRENDERE DECISIONI NEI TEMPI PROGRAMMATI

REQUISITI DEL PJM IN PERMASTEELISA l l l l AVERE UNA BUONA CONOSCENZA TECNICA REQUISITI DEL PJM IN PERMASTEELISA l l l l AVERE UNA BUONA CONOSCENZA TECNICA DEL PRODOTTO AVERE SPICCATE DOTI ORGANIZZATIVE CONOSCERE NORME E REGOLAMENTI DEL PAESE IN CUI VIENE REALIZZATA L’OPERA CONOSCERE LA LINGUA DEL PAESE IN CUI VIENE REALIZZATA L’OPERA SVILUPPARE IL LAVORO CON BUONA PROFESSIONALITA’ SAPER INTRECCIARE BUONI RAPPORTI INTERPERSONALI CON LE PARTI SAPER MOTIVARE IL TEAM

MACROFASI DI UNA COMMESSA l OFFERTA l ACQUISIZIONE l MESSA IN MOTO l PROGETTAZIONE MACROFASI DI UNA COMMESSA l OFFERTA l ACQUISIZIONE l MESSA IN MOTO l PROGETTAZIONE l PRODUZIONE l TRASPORTO l POSA

Esempio di commessa: Hearst Tower Esempio di commessa: Hearst Tower

Affiancamento all’Ufficio Commerciale - Il project managing deve intervenire fin dalle prime fasi della Affiancamento all’Ufficio Commerciale - Il project managing deve intervenire fin dalle prime fasi della trattativa, per poter subito condividere le problematiche con l’ufficio commerciale, di tipo: - Tecnico - Organizzativo - Programmatico - Ma soprattutto permettere all’ufficio commerciale di acquisire quelle esperienze che possono venire solo dal campo della gestione storica e quindi di mettere in moto quel feedback necessario a far aumentare la qualità delle offerte.

Affiancamento all’Ufficio Commerciale l La Qualità di un Offerta è direttamente proporzionale alla buona Affiancamento all’Ufficio Commerciale l La Qualità di un Offerta è direttamente proporzionale alla buona riuscita della missione: – Programma compatibile – Qualifiche su specifiche tecniche – Qualifiche su clausole contrattuali – Precisazioni tecniche – Scala delle responsabilità l Quindi è buona norma controllare l’operato dell’ufficio commerciale per guidarlo adeguatamente

Acquisizione della Commessa l DIVERSE POSSIBILITA’ LEGATE ALL’ACQUISIZIONE • • • CONTRATTO FIRMATO LETTERA Acquisizione della Commessa l DIVERSE POSSIBILITA’ LEGATE ALL’ACQUISIZIONE • • • CONTRATTO FIRMATO LETTERA D’INTENTI ORDINE IN STAGES ORDINE FITTIZIO ORDINE STUDIO PRELIMINARE

Acquisizione della Commessa Nella maggior parte dei casi non si inizia mai con un Acquisizione della Commessa Nella maggior parte dei casi non si inizia mai con un contratto controfirmato, ma con una forma d’ordine intermedia. l Ciò nasce dal fatto che offerta e documenti contrattuali (forniti dal committente per fare un’offerta) sono, solitamente, distanti per buona parte. l E’ esigenza del committente accelerare i tempi per l’inizio delle operazioni, lasciando intercorrere del tempo per il perfezionamento del contratto, ciò porta alla: ATTIVITA’ COMMERCIALE DEL PJM l Acquisizione commessa Negoziazione intermedia Definizione del Contratto

Messa in moto della Commessa l CONOSCENZA DI TUTTI I DOCUMENTI CONTRATTUALI • • Messa in moto della Commessa l CONOSCENZA DI TUTTI I DOCUMENTI CONTRATTUALI • • • OFFERTA DOCUMENTI DI TENDER SPECIFICHE (TECNICHE E NON) QUALIFICHE CORRISPONDENZA RILEVANTE PRE-ACQUISIZIONE • MINUTE DEI MEETING • BUDGET PRELIMINARE

Messa in moto della Commessa UNA CONOSCENZA APPROFONDITA DEI DOCUMENTI PERMETTE SEMPRE DI TROVARE Messa in moto della Commessa UNA CONOSCENZA APPROFONDITA DEI DOCUMENTI PERMETTE SEMPRE DI TROVARE SOLUZIONI PIU’ SEMPLICI PER LA RISOLUZIONE DEI PROBLEMI l LA CONOSCENZA DEI DOCUMENTI DEVE ESSERE PATRIMONIO DELLE VARIE UNITA’: – Commerciale – Produzione – Quantity surveyor – Designer – Structural, Acoustic, Thermal and Test engineering – QA/QC – Amministrazione l

FORMAZIONE DELLA SQUADRA FORMAZIONE DELLA SQUADRA

PROGRAMMA GENERALE DEI LAVORI ESEMPIO (Hearst Building) – 1/4 PROGRAMMA GENERALE DEI LAVORI ESEMPIO (Hearst Building) – 1/4

PROGRAMMA GENERALE DEI LAVORI Percorso critico 2/4 PROGRAMMA GENERALE DEI LAVORI Percorso critico 2/4

PRIMO CONTROLLO ECONOMICO/FINANZIARIO l l l l CONTROLLO DI BUDGET ANALISI DEI FLUSSI DI PRIMO CONTROLLO ECONOMICO/FINANZIARIO l l l l CONTROLLO DI BUDGET ANALISI DEI FLUSSI DI CASSA DEFINIZIONE DELLO SWAP (CAMBIO) EMISSIONE DI PERFORMANCE BOND EMISSIONE DI GARANZIE EFFETTO DELLE TRATTENUTE A GARANZIA EFFETTO DI EVENTUALI PENALI

PREVISIONE DEI FLUSSI DI CASSA Oneri Finanziari Ordine con anticipo Ordine con pagamento alla PREVISIONE DEI FLUSSI DI CASSA Oneri Finanziari Ordine con anticipo Ordine con pagamento alla progettazione Ordine con pagamento all’installazione

PROGRAMMAZIONE DELLA PROGETTAZIONE l DEFINIZIONE LA SQUADRA CON I RELATIVI: – – – DESIGN PROGRAMMAZIONE DELLA PROGETTAZIONE l DEFINIZIONE LA SQUADRA CON I RELATIVI: – – – DESIGN MANAGER AREA MANAGER DESIGNER DRAFTMEN CUTTING LIST OPERATOR ASSEGNAZIONE DEL PROGRAMMA l ASSEGNAZIONE DEL BUDGET l

PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE INDIVIDUAZIONE DELLO O DEGLI STABILIMENTI DI PRODUZIONE l PRENOTAZIONE DEGLI SLOT PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE INDIVIDUAZIONE DELLO O DEGLI STABILIMENTI DI PRODUZIONE l PRENOTAZIONE DEGLI SLOT DI PRODUZIONE l ASSEGNAZIONE DEL BUDGET l INDIVIDUAZIONE DEL RESPONSABILE DELLA PRODUZIONE PER LA COMMESSA l

PROGRAMMAZIONE DELLA QUALITA’ l l l ASSEGNAZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E DELLE RELATIVE QUALIFICHE PROGRAMMAZIONE DELLA QUALITA’ l l l ASSEGNAZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E DELLE RELATIVE QUALIFICHE ASSEGNAZIONE DEL RESPONSABILE DI COMMESSA DEFINIZIONE DEI REQUISITI MINIMI DELLA QUALITA’ E REDAZIONE DI INSPECTION E TEST PLAN ISO 9001 PQP CONTROLLI PRESSO I FORNITORI

PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA’ DI POSA DEFINIZIONE DEL CAPO POSATORE l DEFINIZIONE DEL METODO DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA’ DI POSA DEFINIZIONE DEL CAPO POSATORE l DEFINIZIONE DEL METODO DI POSA l PROPOSTA DELLE SQUADRE DI POSA l ASSEGNAZIONE DEL BUDGET l

STANDARDIZZAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE l l l DISEGNI/CARTIGLI FAX / LETTERE RFI’S SCHEDULE OF VARIATIONS STANDARDIZZAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE l l l DISEGNI/CARTIGLI FAX / LETTERE RFI’S SCHEDULE OF VARIATIONS SAMPLE LABELLING LETTERE DI TRASMISSIONE

ANALISI DEL CONTRATTO ANALISI DETTAGLIATA DELLE SPECIFICHE TECNICHE l ANALISI DETTAGLIATA DELLE CLAUSOLE NON ANALISI DEL CONTRATTO ANALISI DETTAGLIATA DELLE SPECIFICHE TECNICHE l ANALISI DETTAGLIATA DELLE CLAUSOLE NON TECNICHE l QUALIFICHE E NEGOZIAZIONE l

PROGETTAZIONE l l l l l SOTTOMISSIONE SISTEMI SOTTOMISSIONE DISEGNI SOTTOMISSIONE CAMPIONATURE MEETINGS ANALISI PROGETTAZIONE l l l l l SOTTOMISSIONE SISTEMI SOTTOMISSIONE DISEGNI SOTTOMISSIONE CAMPIONATURE MEETINGS ANALISI STRUTTURALI-TERMICHE-ACUSTICHE TESTS PRESTAZIONALI APPROVAZIONI MANUALE DI MANUTENZIONE CONTROLLO BUDGET PROGETTAZIONE CONTROLLO FASI D’AVANZAMENTO/PROGRAMMA

HQ-3 Canary Wharf – Londra HQ-3 Canary Wharf – Londra

HQ-3 Canary Wharf – Londra HQ-3 Canary Wharf – Londra

DS-1 Canary Wharf – Londra DS-1 Canary Wharf – Londra

GESTIONE DELLE VARIANTI Una buona gestione delle varianti fa mutare il risultato della commessa GESTIONE DELLE VARIANTI Una buona gestione delle varianti fa mutare il risultato della commessa da deficit a profit l l l l SPECIFICHE TECNICHE NUOVI DISEGNI ARCHITETTONICI INTERFACCE NON PREVISTE ISTRUZIONI DI GESTIONE DOCUMENTAZIONE AGGIUNTE RIDUZIONI RITARDI DI RISPOSTE SU SOTTOMISSIONI E/O RFI’S

QUANTITY SURVEYING l CONTROLLO DI BUDGET l FATTURAZIONI l CLAIMS l VARIATIONS E LISTA QUANTITY SURVEYING l CONTROLLO DI BUDGET l FATTURAZIONI l CLAIMS l VARIATIONS E LISTA DELLE VARIATIONS

GESTIONE DEI RAPPORTI l CON CLIENTI – Equilibrio tra contratto, profitto, buona relazione commerciale GESTIONE DEI RAPPORTI l CON CLIENTI – Equilibrio tra contratto, profitto, buona relazione commerciale l CONSULENTI – Equilibrio tra soluzioni proposte e richieste dei consulenti che sono, molto spesso, strumentali l CON ARCHITETTI – Equilibrio tra concept architettonico e soluzione venduta l CON FORNITORI – Problema delle garanzie e delle penali l CON I COLLABORATORI – Tenere sempre coinvolto il gruppo condividendo problemi e decisioni, per avere il massimo della partecipazione e stimoli

PRODUZIONE l Coordinamento Tra le Varie Unità l Controllo sulla qualità l Controllo sul PRODUZIONE l Coordinamento Tra le Varie Unità l Controllo sulla qualità l Controllo sul Budget l Controllo sul rispetto dei tempi

Assemblaggio specchiature Pannelli pronti per ricevere le specchiature ; ü ü Movimentazione pannelli in Assemblaggio specchiature Pannelli pronti per ricevere le specchiature ; ü ü Movimentazione pannelli in vetro.

POSA l l l ORGANIZZAZIONE DI CANTIERE STOCCAGGIO METHOD STATEMENT E PIANO DI SICUREZZA POSA l l l ORGANIZZAZIONE DI CANTIERE STOCCAGGIO METHOD STATEMENT E PIANO DI SICUREZZA CONTROLLO SUL METODO DI POSA GESTIONE VARIANTI USO DELLA GRU E ALTRI MEZZI DELL’IMPRESA PROTEZIONE PULIZIA GESTIONE DEI RIMPIAZZI CONTROLLO BUDGET CONTROLLO TEMPI HAND OVER

SEQUENZA DI POSA IN OPERA SEQUENZA DI POSA IN OPERA

DIAGRAMMA SCHEMATICO DELLE ATTIVITA’ DI PROJECT MANAGING DIAGRAMMA SCHEMATICO DELLE ATTIVITA’ DI PROJECT MANAGING

FACCIATA A LASTRE INDIPENDENTI TRITON SQUARE - LONDRA Architetto: Sheppard Robson Il sistema di FACCIATA A LASTRE INDIPENDENTI TRITON SQUARE - LONDRA Architetto: Sheppard Robson Il sistema di fissaggio dei vetri, denominato a “ragni”, è stato ottenuto per fusione di una speciale lega di alluminio.

FACCIATA A VETRATE SOSPESE FACCIATA STRUTTURALE A VETRATE SOSPESE La facciata strutturale a vetrate FACCIATA A VETRATE SOSPESE FACCIATA STRUTTURALE A VETRATE SOSPESE La facciata strutturale a vetrate sospese differisce da quella a lastre indipendenti sostanzialmente per il fatto che il peso di ogni elemento di vetro è sostenuto, tramite appositi sistemi, da quello immediatamente superiore ad esso fino raggiungere gli elementi di supporto. Schema statico di facciata strutturale appesa e particolare dello schema statico.

Esempi Disney Concert Hall, L. A. Gehry Associates, Esempi Disney Concert Hall, L. A. Gehry Associates,

Esempi Moor. House, London (U. K. ) Foster and Partner Esempi Moor. House, London (U. K. ) Foster and Partner

Grazie Massimo Colombari, Ph. D engineer www. permasteelisa. com Grazie Massimo Colombari, Ph. D engineer www. permasteelisa. com