Скачать презентацию Adesione e giunzioni cellulari 2011 Adesione Скачать презентацию Adesione e giunzioni cellulari 2011 Adesione

9a903741f50625b4eb472f62a66f5c64.ppt

  • Количество слайдов: 77

Adesione e giunzioni cellulari 2011 Adesione e giunzioni cellulari 2011

Adesione – Cellula-cellula; – cellule-strutture circostanti – Integrità e comunicazione tissutale Adesione – Cellula-cellula; – cellule-strutture circostanti – Integrità e comunicazione tissutale

Significato dell’adesione cellulare : formare strati di cellula Eventi prima della formazione di una Significato dell’adesione cellulare : formare strati di cellula Eventi prima della formazione di una giunzione *Adesione *Organizzazione del citoscheletro intorno alle molecole che mediano l’adesione *Formazione della giunzione Gli epiteli derivano da cellule staminali da cui discendono cellule figlie che restano attaccate alla matrice. Adesioni selettive intervengono poi per creare l’archittettura del tessuto/organo

ADESIONI CELLULA-CELLULA: La motilità cellulare e l’adesione si combinano per far avvenire diversi processi ADESIONI CELLULA-CELLULA: La motilità cellulare e l’adesione si combinano per far avvenire diversi processi morfogenetici; questi processi possono richiedere un meccanismo che diriga le cellule alla loro destinazione finale (CHEMOTASSI, CHEMOREPULSIONE, o GUIDA DELLA VIA). Una volta che la cellula migrante ha raggiunto la sua destinazione, deve riconoscere altre cellule del tipo appropriato e unirsi a loro per assemblarsi in un tessuto. Le cellule aderiscono tra loro e alla matrice extracellulare tramite proteine di superficie cellulare chiamate MOLECOLE DI ADESIONE CELLULARE (CAM), che possono o meno essere dipendenti dal calcio.

Significato dell’adesione cellulare : formare multistrati di cellula Meccanismo mediante il quale le cellule Significato dell’adesione cellulare : formare multistrati di cellula Meccanismo mediante il quale le cellule si aggregano per formare un tessuto *cellule della cresta neurale si staccanodall’epitelio *si aggregano e si differenziano per formare due gruppi di cellule nervose del SNP Tali processi presuppongono un meccanismo di chemiotassi seguito da riconoscimento delle cellule con cui la cellula deve associarsi

I linfociti attraversano l’endotelio „Rolling” Entry Adhesion homing receptor vascular addressin Migration I linfociti attraversano l’endotelio „Rolling” Entry Adhesion homing receptor vascular addressin Migration

I principali gruppi di molecole di adesione I principali gruppi di molecole di adesione

Le principali molecole espresse durante l’adesione omofili eterofili omofili { Caderine l Selectine l Le principali molecole espresse durante l’adesione omofili eterofili omofili { Caderine l Selectine l Integrine l Adh. mol. with immunoglobulin domain l Ca 2+

L’esempio delle caderine cytoskeleton i. c. linker prot. ECM i. e. integrin L’esempio delle caderine cytoskeleton i. c. linker prot. ECM i. e. integrin

Caderin. E Ca 2+ CAM Ca++ dipendenti Adesione omotipica Più di 30 membri nell’uomo Caderin. E Ca 2+ CAM Ca++ dipendenti Adesione omotipica Più di 30 membri nell’uomo 5 gruppi: tipo II desmosomali protocaderine altre Ca 2+ catenin actin or IF l. I. c. anchored to actin or intermediet filament § Importanti nello svilòuppo dei vertebrati

La caderina è una glicoproteina integrale che media l'adesione cellulare in presenza di Ca La caderina è una glicoproteina integrale che media l'adesione cellulare in presenza di Ca 2+. L'adesione promossa dalle caderine è un'adesione omotipica o omofila, ovvero fra cellule uguali. Esistono circa 30 caderine diverse, classificate in 4 gruppi: caderine E (epiteliali) caderine P (placentari) caderine N (nervose) caderine desmosomiche, le quali a loro volta sono identificate in 2 diverse classi, le desmogleine e le desmocolline e che intervengono nella formazione dei desmosomi. I vari tipi di caderine sono codificate da geni diversi ma hanno simile sequenza amminoacidica.

Schematic diagram of the molecular structure of the cadherin superfamily (blue) and their cytoplasmic Schematic diagram of the molecular structure of the cadherin superfamily (blue) and their cytoplasmic interactors (yellow, pink). Classic cadherins have been primarily isolated as Ca 2+-dependent cell adhesion molecules. Activity of cell adhesion is regulated by catenins bound to its cytoplasmic region. Approximately 80 members of the cadherin superfamily have been I solated. Most members are expressed in the CNS. CNRs bind to Fyn-tyrosine kinase in their cytoplasmic region. Interestingly, Drosophila cadherins have many EC repeats. The number of extracellular tandem repeats, ECs, varies.

Caderine classiche tipo I (E, N, P, R, M) (Epiteliali, Neuronali, Placentali, Retiniche, Muscolari) Caderine classiche tipo I (E, N, P, R, M) (Epiteliali, Neuronali, Placentali, Retiniche, Muscolari) CYTO b-/g-cat TM p 120 C 5 C 4 C 3 C 2 C 1 HAV W

LE CADERINE LEGANO LE CELLULE LE CADERINE LEGANO LE CELLULE

Cadherin-Dependent Cell Sorting Le cellule disaggregate (con EDTA) di un tessuto tendono a riaggregarsi Cadherin-Dependent Cell Sorting Le cellule disaggregate (con EDTA) di un tessuto tendono a riaggregarsi preferenzialmente con cellule dello stesso tessuto se mescolate Proteine di adesione dette caderine sono implicate nella interazione omofilica La velocità di adesione è maggiore tra cellule dello stesso tipo

E-Cadherin & Compaction Human embryo undergoes compaction Embryo more compact but cells still individual E-Cadherin & Compaction Human embryo undergoes compaction Embryo more compact but cells still individual E-cadherin appears at the time of compaction

Figure 1 Signaling pathways triggered by cadherin receptors differ with the cell type. A Figure 1 Signaling pathways triggered by cadherin receptors differ with the cell type. A schematic diagram of the proteins that constitute the cadherin-dependent cell-cell adhesion site. Dimers of cadherin molecules associated with cytoplasmic catenins are found at the cell surface. Whereas the overall organization of the cadherin/catenin complexes are similar between epithelial and nonepithelial cells, the downstream signaling pathways differ. The molecular mechanisms remain to be determined. Note that the organization of the junction as well as the F-actin cytoskeleton are extremely different between a keratinocyte (image obtained from V. Braga) and a myoblast.

Catenins a-catenin b-catenin g-catenin p 120 ctn Catenins a-catenin b-catenin g-catenin p 120 ctn

CAC=CADHERIN ASSOCIATED COMPLEX CAC=CADHERIN ASSOCIATED COMPLEX

CAC=CADHERIN ASSOCIATED COMPLEX CAC=CADHERIN ASSOCIATED COMPLEX

a-catenina a-catenina

b-catenina b-catenina

LA b-CATENINA TRANSDUCE SEGNALI LA b-CATENINA TRANSDUCE SEGNALI

Giunzioni cellulari Giunzioni cellulari

GIUNZIONI CELLULARI: TESSUTO CONNETTIVO: Matrice extracellulare abbondante e cellule distribuite in modo sparso al GIUNZIONI CELLULARI: TESSUTO CONNETTIVO: Matrice extracellulare abbondante e cellule distribuite in modo sparso al suo interno; è la matrice che sopporta lo stress meccanico. Gli attacchi diretti tra una cellula e l’altra sono rari. TESSUTO EPITELIALE: Cellule unite strettamente in foglietti chiamati epiteli: matrice extracellulare scarsa, consiste di un tappeto sottile (lamina basale) che sta sotto l’epitelio. L’adesione cellula-cellula sopporta la maggior parte degli stress meccanici. (IMP: contatto tra citoscheletro di cellule adiacenti)

GIUNZIONI CELLULARI: Giunzioni specializzate, si trovano nei punti di contatto cellula e cellula-matrice. Classificate GIUNZIONI CELLULARI: Giunzioni specializzate, si trovano nei punti di contatto cellula e cellula-matrice. Classificate in 3 gruppi funzionali: 1) g. occludenti: saldano insieme le cellule di un epitelio impedendo il filtraggio di molecole da una parte all’altra dell’epitelio. 2) g. di ancoraggio: attaccano meccanicamente le cellule alle loro vicine o alla matrice. 3) g. comunicanti: mediano il passaggio di segnali chimici o elettrici da una cellula all’altra. classificazione funzionale delle giunzioni g. occludenti g. strette g. Settate (invertebrati) g. di ancoraggio g. cellula-cellula g. cellula-matrice g. comunicanti g. gap sinapsi chimiche plasmodesmosomi

 • Giunzioni Cellula-cellula • GIUNZIONI STRETTE • GIUNZIONI ADERENTI • DESMOSOMI • GIUNZIONI • Giunzioni Cellula-cellula • GIUNZIONI STRETTE • GIUNZIONI ADERENTI • DESMOSOMI • GIUNZIONI GAP Giunzioni cellula substrato Emidesmosomi Contatti focali

GIUNZIONE STRETTA= zonula occludens • Permettono agli epiteli di servire da superficie di separazione, GIUNZIONE STRETTA= zonula occludens • Permettono agli epiteli di servire da superficie di separazione, non permettono il passaggio di molecole. • rete ramificata di filamenti sigillanti che contornano l’estremità apicale di ciascuna cellula del foglietto epiteliale • ciascun filamento è composto da una lunga fila di proteine di adesione transmembrana immerse in entrambe le membrane; i domini extracellulari si uniscono tra loro per occludere

GIUNZIONE STRETTA Proteine principali: CLAUDINE (di diverso tipo, presenti diversamente nelle giunzioni strette) e GIUNZIONE STRETTA Proteine principali: CLAUDINE (di diverso tipo, presenti diversamente nelle giunzioni strette) e OCCLUDINE (funzione incerta, si associano con proteine periferiche intracellulari di membrana chiamate PROTEINE ZO -zona occludens- che ancorano i filamenti al citoscheletro di actina)

Negative staining to detect „insulating” effect of tight junction Negative staining to detect „insulating” effect of tight junction

Trasporto attraverso le giunzioni strette Trasporto attraverso le giunzioni strette

System of occludin – lines System of occludin – lines

Ruolo delle giunzioni strette • Connessione meccanica • Barriera • Inibisce: l’ingresso di molecole Ruolo delle giunzioni strette • Connessione meccanica • Barriera • Inibisce: l’ingresso di molecole idro-solubili la diffusione laterale di componenti di membrane • Il Ca 2+ è necessario per la connessione delle occludine • Permeabilità: piccole sostanze inorganiche amino acidi monosaccaridi

Giunzioni settate • localizzate sulla parte apicale • formano una cintura continua come le Giunzioni settate • localizzate sulla parte apicale • formano una cintura continua come le zone aderenti • promuovono l’aderenza tra cellule • legano l’actina

giunzioni di ancoraggio: Forte struttura che attraversa la membrana ed è attaccata al citoscheletro. giunzioni di ancoraggio: Forte struttura che attraversa la membrana ed è attaccata al citoscheletro. Composte da 2 classi principali di proteine: di adesione transmembrana (coda citoplasmatica che si attacca a una o + proteine di ancoraggio intracellulari e a un dominio extracellulare che interagisce con domini extracellulari di proteine di adesione transmembrana specifiche su un’altra cellula). proteine di ancoraggio intracellulare (formano una placca sulla superficie citoplasmatica della membrana e connettono il complesso giunzionale o ai filamenti di actina o a filamenti intermedi) Molte giunzioni contengono proteine di segnalazione intracellulare che rendono le giunzioni capaci di segnalare all’interno della cellula.

Giunzioni aderenti DESMOSOMI Giunzioni aderenti DESMOSOMI

Giunzioni aderenti Le giunzioni aderenti esistono in 2 forme funzionalmente diverse: • Esistono in Giunzioni aderenti Le giunzioni aderenti esistono in 2 forme funzionalmente diverse: • Esistono in varie forme e sono presenti in molti tessuti non epiteliali • punti di attacco tondeggianti o a striscia che connettono indirettamente i filamenti di actina corticali di 2 cellule interagenti • formano una “cintura di adesione” sotto le giunzioni strette • morfogenesi • un fascio contrattile di filamenti di actina si trova adiacente alla cintura orientato in senso parallelo alla membrana (legame actinamembrana tramite proteine come CATENINE, VINCULINA, a-ACTININA) g. aderenti: caderine + catenine

Giunzioni aderenti • Collegano bandelle di actina di una cellula con quelle di un’altra Giunzioni aderenti • Collegano bandelle di actina di una cellula con quelle di un’altra cellula. • Fornamano una cintura adesiva subito sotto le giunzioni strette • -Cadherins: Ca 2+dependent transmembrane adhesion proteins • -Anchor (plaque) proteins anchor cadherins to contractile actin • -Required for tight junction formation

Giunzioni aderenti Giunzioni aderenti

Le caderine mediano un legame tra cellule calcio dipendente Homophilic Adhesion (Catenins) Le caderine mediano un legame tra cellule calcio dipendente Homophilic Adhesion (Catenins)

Desmosomi Desmosomi

Desmosomi • punti di contatto intracellulare a forma di bottone che ancorano le cellule Desmosomi • punti di contatto intracellulare a forma di bottone che ancorano le cellule le une alle altre. • Siti di ancoraggio per filamenti intermedi che formano una impalcatura strutturale resistente alla tensione • Placca citoplasmatica composta da PLAKOGLOBINA e DESMOPLAKINA, DESMOGLEINA e DESMOCOLLINA. • -Pemphigus: Auto anticorpi contro le caderine desmosomiali causano la formazione di vescicole Tonofilamenti: Bandelle di citokeratina filamenti intermedi

Componenti desmosomi Un esempio il derma Componenti desmosomi Un esempio il derma

Submembraneous network connecting desmosomes Submembraneous network connecting desmosomes

Gap junctions g. comunicanti: costituite da proteine che formano canali (CONNESSINE); i canali formati Gap junctions g. comunicanti: costituite da proteine che formano canali (CONNESSINE); i canali formati (CONNESSONI) permettono il passaggio di ioni inorganici e altre piccole molecole solubili in acqua di passare da una cellula all’altra. Le giunzioni gap di tessuti diversi possono aver diverse proprietà (esistono connessine diverse). • Sincronizzazione segnali elettrici (contrazione muscolare) • Liberazione glucosio (segnale da epatociti innervati a epatociti non innervati) Possono essere regolate (p. H, Ca 2+) • protezione del passaggio di segnali nocivi da una cellula a quelle adiacenti • Ex: danno alla membrana, passaggio di ioni all’interno, gli ioni non devono diffondere alle cell vicine, chiusura delle giunzioni gap

GIUNZIONI Gap GIUNZIONI Gap

Ca++ control of gap junction opening • Ca++ control of gap junction opening •

Gap junction Gap junction

Ruole delle gap junction • Transporto di neurotransmittitori, c. AMP, Ca 2+ • Signaling Ruole delle gap junction • Transporto di neurotransmittitori, c. AMP, Ca 2+ • Signaling negli embrioni precoci

junctions (including c-src, serine-threonine kinases, tubulin, catenins, caveolin-1 and scaffolding proteins), forming a molecular junctions (including c-src, serine-threonine kinases, tubulin, catenins, caveolin-1 and scaffolding proteins), forming a molecular complex termed a 'nexus'12. Studies with the LAMP method suggest that Ca 2+ entry through the SOC increases Ca 2+ concentration to very high levels in close proximity to the gap junction, thereby directly or indirectly closing the intercellular channels 1. The nonfluorescent precursor (NPE-HCCC 2, top) becomes fluorescent when activated by UV light, and fluorescent HCCC 2 diffuses from 'cell 1' to 'cell 2'; the change in fluorescence in each cell can be used to quantify the gap junction permeability. A gap junction composed of connexin 43 channel subunits is shown with its hypothesized linkage to a SOC via the scaffolding protein zonula occludens-1 (ZO-1)11; other proteins are dynamically linked to gap

GIUNZIONI Gap GIUNZIONI Gap

junctions (including c-src, serine-threonine kinases, tubulin, catenins, caveolin-1 and scaffolding proteins), forming a molecular junctions (including c-src, serine-threonine kinases, tubulin, catenins, caveolin-1 and scaffolding proteins), forming a molecular complex termed a 'nexus'12. Studies with the LAMP method suggest that Ca 2+ entry through the SOC increases Ca 2+ concentration to very high levels in close proximity to the gap junction, thereby directly or indirectly closing the intercellular channels 1. The nonfluorescent precursor (NPE-HCCC 2, top) becomes fluorescent when activated by UV light, and fluorescent HCCC 2 diffuses from 'cell 1' to 'cell 2'; the change in fluorescence in each cell can be used to quantify the gap junction permeability. A gap junction composed of connexin 43 channel subunits is shown with its hypothesized linkage to a SOC via the scaffolding protein zonula occludens-1 (ZO-1)11; other proteins are dynamically linked to gap

…ancora adesione …ancora adesione

CAM = Cell Adhesion Molecules Ig-like domains Super famiglia delle Immunoglobuline: • Adesione Ca CAM = Cell Adhesion Molecules Ig-like domains Super famiglia delle Immunoglobuline: • Adesione Ca 2+ indipendente • N-CAM • Derivano da splicing alternativo di un singolo gene • Segnali intracell (vd. Src e fosforilazione) • Legano lunghe catene di acido sialico • Forte carica – • Adesione debole • Ruolo nella segregazione cellulare

Ig. SF CAMs La superfamiglia delle molecole di adesione di tipo immunoglobulinico (Ig. SF Ig. SF CAMs La superfamiglia delle molecole di adesione di tipo immunoglobulinico (Ig. SF CAMs) sono in grado di instaurare sia legami omofili che eterofili, legando integrine o diversi tipi di Ig. SF CAMs. Alcune delle molecole più rappresentative di questa famiglia sono: NCAMs - molecole di adesione cellulare neurale; ICAM-1 - molecola di adesione cellulare intercellulare; VCAM-1 - molecola di adesione cellulare vascolare; PECAM-1 - molecola di adesione cellulare piastrinico-endoteliale; L 1; CHL 1; Glicoproteina associata alla mielina (MAG).

Schema delle quattro forme di NCAM 5 domini extra 1 forma è secreta e Schema delle quattro forme di NCAM 5 domini extra 1 forma è secreta e incorporata nella matrice La glicosilazione (acido sialico) potrebbe prevenire l’adesione per favorire processi di crescita

L 1 CAM structure L 1 CAM structure

L 1 CAM La proteina L 1 CAM è una molecola di adesione cellulare L 1 CAM La proteina L 1 CAM è una molecola di adesione cellulare che fa parte della superfamiglia delle immunoglobuline. È espressa durante lo sviluppo embrionale negli assoni e nei neuroni postmitotici del sistema nervoso centrale e periferico e ha un ruolo nella migrazione neuronale e nella crescita dei neuriti. The gene encoding L 1 CAM is located in Xq 28.

Mutazioni di L 1 CAM La sindrome CRASH è una forma di ritardo mentale Mutazioni di L 1 CAM La sindrome CRASH è una forma di ritardo mentale legata al cromosoma X (per cui colpisce esclusivamente individui di sesso maschile). Il ritardo mentale può avere gravità variabile (a seconda delle mutazioni coinvolte); altre manifestazioni sono lo scarso sviluppo del corpo calloso (la struttura che connette i due emisferi cerebrali), anomalie nella struttura dei pollici, paraplegia spastica e idrocefalo (che a sua volta contribuisce al ritardo mentale). La sindrome CRASH dipende da mutazioni a carico del gene L 1 CAM, . La malattia è legata all'X: solo i maschi presentano i sintomi, mentre le femmine sono portatrici sane. La diagnosi è clinica e molecolare, con ricerca di mutazioni nel gene L 1 -CAM.

I-CAM INTERCELLULAR ADHESION MOLECULE PRESENTI, TRA L’ALTRO, SULLE CELLULE ENDOTELIALI DOVE MEDIANO L’INTERAZIONE CON I-CAM INTERCELLULAR ADHESION MOLECULE PRESENTI, TRA L’ALTRO, SULLE CELLULE ENDOTELIALI DOVE MEDIANO L’INTERAZIONE CON LE INTEGRINE SULLE CELLULE DEL SANGUE DURANTE LA MIGRAZIONE FUORI DAI VASI SANGUIGNI.

Selectins Tissue-specificity: E - epithelial L - lymphoid P - placenta • proteine di Selectins Tissue-specificity: E - epithelial L - lymphoid P - placenta • proteine di superficie che legano carboidrati (LETTINE) che mediano una varietà di interazioni transitorie di adesione nel torrente circolatorio, che dipendono dal calcio • 3 tipi: L-, P-, E-selettina (linfociti, piastrine, endotelio) • proteine transmembrana con dominio di lettina altamente conservato • ruolo importante nell’attaccodei globuli bianchi alle cellule endoteliali che rivestono i vasi sanguigni • mediano un’adesone debole (rotolamento) • Espressione: richiamo vs zone di infiammazione

Tissue-specificity: E - epithelial L - lymphoid P - placenta Tissue-specificity: E - epithelial L - lymphoid P - placenta

Selectins and Integrins Mediate Transient Cell-Cell Adhesion in the Bloodstream Selectins and Integrins Mediate Transient Cell-Cell Adhesion in the Bloodstream